• Neve Roma

    Piazza del Popolo, Roma

  • lago-vico-400

    Lago di Vico, Viterbo

  • Porto Santo Stefano

    Porto Santo Stefano, Grosseto

  • orvieto-400

    Orvieto, Terni

  • viterbo-neve-400

    Piazza San Lorenzo, Viterbo

  • Città del Vaticano, Roma

    Città del Vaticano, Roma

  • civita-bagnoregio

    Civita di Bagnoregio, Viterbo

  • bosco-400

    Faggeta Monti Cimini, Viterbo

  • palatino-neve-400

    Fori Romani, Roma

  • soriano-cimino-400

    Soriano nel Cimino, Viterbo

  • Lago di Bolsena

    Lago di Bolsena, Viterbo

  • MALTEMPO: FULMINE A SAN PIETRO

    Piazza San Pietro, Roma

  • Foto_Paolo_mare_didascalia
Home » eventi-del-passato » La grande nevicata del 9 Marzo 2010 a Viterbo

La grande nevicata del 9 Marzo 2010 a Viterbo

| 1 commento

Di Matteo Tiberti

Già sei anni sono passati dalla splendida nevicata del 9 Marzo 2010 a Viterbo, che rimane tutt’ora l’evento nevoso marzolino più abbondante degli ultimi 16 anni almeno. Le prime timide nevicate da pre-frontale iniziarono già in nottata depositando circa 1 cm su tutta la città con temperatura leggermente sottozero; seguì una temporanea pausa dei fenomeni che durò qualche ora, ma verso le 9 giunsero le prime segnalazioni di neve dalla bassa provincia, segno che i veri giochi stavano per iniziare! Il satellite del resto confermava l’avanzare di una compattissima copertura nuvolosa annessa al profondo minimo pressorio a largo della Sardegna.

DSCN3259

Non passò molto prima che riprese a nevicare in città, mentre la temperatura dopo essere salita a +2°c riscese rapidamente a 0°c sotto sferzanti venti di Grecale. Fu subito neve a larghe falde, continua, con fiocchi grossi come tovaglie che facevano rapidamente presa su ogni superficie. Un vero spettacolo! Nevicò moderato-forte fin verso le 15:00 depositando altri nuovi 13 cm, tuttavia il temuto richiamo caldo premeva da Sud e sul forum locale (oggigiorno è www.cemer.it) si susseguivano segnalazioni di neve girata a pioggia nel Sud della provincia. Una dietro l’altra le località a medio-bassa quota cadevano come pedine degli scacchi sotto l’incalzare del previsto aumento termico in quota.

Entrai nel panico quando arrivò l’allarme dalla vicina e ben più alta S.Martino al Cimino: la neve era girata in pioggia! Si trattava quindi di pochissimo prima che il “nevicidio” iniziasse anche qui. E infatti la neve si fece più sottile e bagnata, non accumulando più ma fortunatamente poi i fenomeni cessarono, al più cadeva una micro pioviggine e ogni tanto calava una densa foschia/nebbia.

DSCN3322

Ma ecco che accadde l’imprevedibile e contro ogni prospettiva (considerando che pioveva a Montefiascone, ma come già detto anche a S.Martino al C. e nel sud dei M. Cimini fino ai 5-600 m) nel tardo pomeriggio riprese a nevicare di colpo a fiocchi medio-grandi con una temperatura che si mantenne ancora molto buona sotto i +1°c!  La neve andò avanti fino alle 18:30 circa accumulando ulteriori 2 cm. La Gioia fu totale! Rimasi decisamente sorpreso da questa situazione dato che la colonna d’aria sembrava essere saltata su tutta la medio-bassa provincia viterbese, eppure la zona di Viterbo Nord, di La Quercia e ovviamente di Bagnaia erano ancora interessate dalle neve! Verso le 19:00, complice un’attenuazione dei fenomeni, la neve girò di nuovo in pioviggine, sintomo che la colonna era ormai distrutta anche qui, ma ecco che alle 22:00 circa riprovò nuovamente a girare! Fiocchi enormi e acquosi scesero come siluri tra la pioggia moderata, facendo un rumore assurdo, tuttavia non riuscì a tornare la neve pura, i giochi erano ormai definitivamente finiti.

Conclusi la giornata con ottimi 16 cm di accumulo mentre a La Quercia (poco più in alto) i cm furono addirittura 22-23! Da segnalare anche le notevoli, anzi enormi, differenze di accumulo tra la parte Nord-Est e quella Sud-Ovest della città, dove in molti casi si depositarono meno di 8 cm di neve in totale. Una tale incredibile differenza tra i vari ambiti cittadini non si è più rivista, evento che molto probabilmente rimarrà negli annali per questo motivo.

Segue una galleria fotografica dell’evento.

DSCN3259  DSCN3260

DSCN3284  DSCN3291 

DSCN3299  DSCN3309

DSCN3311  DSCN3307

DSCN3323  DSCN3322

DSCN3324  DSCN3330

Un commento

  1. L’Inverno 1996-1997 si sintetizzò in un’unica, grande e spettacolare nevicata, innescata grazie all’afflusso dello straordinario vento di Burian.

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.