• Neve Roma

    Piazza del Popolo, Roma

  • lago-vico-400

    Lago di Vico, Viterbo

  • Porto Santo Stefano

    Porto Santo Stefano, Grosseto

  • orvieto-400

    Orvieto, Terni

  • viterbo-neve-400

    Piazza San Lorenzo, Viterbo

  • Città del Vaticano, Roma

    Città del Vaticano, Roma

  • civita-bagnoregio

    Civita di Bagnoregio, Viterbo

  • bosco-400

    Faggeta Monti Cimini, Viterbo

  • palatino-neve-400

    Fori Romani, Roma

  • soriano-cimino-400

    Soriano nel Cimino, Viterbo

  • Lago di Bolsena

    Lago di Bolsena, Viterbo

  • MALTEMPO: FULMINE A SAN PIETRO

    Piazza San Pietro, Roma

  • Foto_Paolo_mare_didascalia
Home » cronaca-meteo » Inizio di Marzo molto instabile tra grandinate, pioggia e neve tonda

Inizio di Marzo molto instabile tra grandinate, pioggia e neve tonda

| 0 commenti

Di Claudio Giulianelli

Con l’inizio di marzo è entrata per convenzione la primavera meteorologica. Questo marzo però in questa sua parte iniziale sta mostrando un andamento termico quasi opposto a quello di febbraio, con temperature quanto meno in media o lievemente sotto la media e tempo a tratti molto instabile. In particolare da qualche giorno un “lago” di aria artica sull’Europa centrale a fatica si spinge anche sull’Italia dalla porta del Rodano (ossia scendendo dalla Francia), ma abbastanza per portare instabilità, perturbazioni, e a tratti episodi di instabilità più marcata come quello accaduto Lunedì 7 Marzo 2016 nella Valle del Baccano, nota per essere attraversata da un importante arteria stradale, quella della Cassia Bis.

image8

In particolare si è avuto un localizzato lungo e forte rovescio temporalesco, precipitazioni tipiche con aria fredda in quota, che poco a nord della frazione de Le Rughe ha avuto il grosso, quindi sull’area meridionale della valle, rendendo il paesaggio praticamente invernale, con circa 4 cm di accumulo costituito di un misto di tipi di precipitazioni, tra grandine, neve tonda (un particolare derivato della neve, ma non a fiocchi) e probabilmente anche fiocchi di neve bagnati, come testimonia la temperatura crollata fin sotto i 3 gradi e lievi tracce di neve su qualche pianta. Un posto di blocco della polizia (si parla di un incidente) ha deviato il traffico dalla cassia bis verso strade secondarie sommerse dalla poltiglia bianca, con strade ridotte come fiumi e a tratti sott’acqua. Seppure in buona parte sciolta, anche il giorno dopo era presente un po’ di accumulo su prati tetti e lungo i bordi delle carreggiate.

Ecco alcune foto della Valle del Baccano, della zona Le Rughe e delle zone limitrofe relative a Lunedì 7 Marzo 2016. Le foto si commentano da sole, buona visione! (Le foto non sono di ottima qualità perchè scattate all’interno di un mezzo in movimento nel bel mezzo delle precipitazioni).

image1image2image4image5image8image3 (1)image4 (1)image5 (1)

Lascia un Commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.